INGREDIENTI

Per la pasta

Per il ripieno

  • 550 gr CAPESANTE
  • 540 gr MAZZANCOLLE
  • 200 gr Ricotta
  • 250 gr Mascarpone
  • 30 gr Scalogno
  • 50 gr Olio Evo

Per il condimento

  • 100 gr Zucca
  • Scalogno q.b.
  • Bisque Mazzancolle q.b.
  • Funghi porcini q.b.
  • Olio, aglio q.b.
  • Perlage di Tartufo q.b.

 

PREPARAZIONI

Per pulire i gamberi, per prima cosa sciacquateli sotto l’acqua corrente, quindi e staccate la testa. Staccate il carapace, ovvero la corazza che protegge le carni. In questo caso, per questa preparazione togliamo anche la parte finale della coda, che avremmo potuto lasciare per altri tipi di preparazioni.
Una volta pulito esternamente, procedete a compiere un’operazione molto delicata ovvero quella di togliere l’intestino interno: incidete il dorso del gambero con un coltellino ed eliminatelo tirando delicatamente, cercando di non romperlo. Potete fare questa operazione anche con uno stecchino: inseritelo nella carne del gambero, individuate l’intestino e tirate per eliminarlo.
Per pulire le capesante, con un coltellino penetrate sul fianco della conchiglia, tra le due valve, e schiudetela facendo leva. Liberate il muscolo biancastro (noce) e la mezzaluna color giallo arancio (corallo) dalla pelle che li avvolge. Eliminate le parti marroncine piene di sabbia. Staccate il mollusco dalla valva usando un cucchiaio o la lama di un coltellino e mettetelo a bagno nell’acqua ghiacciata per qualche minuto.

Imbiondire in una pentola con un pò di olio evo lo scalogno. Aggiungere la zucca tagliata a pezzi e sfumare con del brodo di verdure. Portare a cottura, frullare e con un passino ottenere una crema priva di grumi.

Per il ripieno:

Rosolare nella pentola con un pò di olio evo lo scalogno. Prendere le mazzancolle e le capesante con il corallo e la noce e cuocerle. Una volta cotte, togliere dal fuoco e tritare il composto in un cutter in modo grossolano. Mescolare il trito con gli altri ingredienti del ripieno; unire quindi la ricotta e il mascarpone, salare e pepare. Amalgamare il tutto.

Preparare la pasta dei ravioli:

Setacciare la farina e disporla a “fontana” su una spianatoia in legno, rompere le uova aggiungendole intere nel centro della fontana. Amalgamare il tutto a mano (oppure con l’ausilio di un’impastatrice planetaria) sino ad ottenere un impasto omogeneo e di giusta consistenza. Formare un panetto e lavorarlo subito. Quindi tirare l’impasto dopo aver infarinato leggermente la spianatoia e il matterello, girandolo costantemente per lavorarlo in entrambi i lati, controllando le altezze.

Stendere in modo omogeneo la sfoglia con il matterello (o con una macchina stendi sfoglia) sino ad ottenere lo spessore desiderato per i tortelli mezzaluna.

Con un coppa pasta ricavare dei pezzi rotondi dalla sfoglia della pasta di circa 8/10 cm di diametro e riporre al centro due cucchiaini dl ripieno per poi formare una mezzaluna. Chiudere la pasta con l’ausilio di una rotella o una forchetta avendo prima spennellato con tuorlo d’uova sbattuto o acqua le parti di contatto.

Cuocere in abbondante acqua le mezzelune con sale ed un cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Appena la pasta inizia a galleggiare, scolarla e farla asciugare. Abbiamo così come si suol dire effettuato la “sbianchitura” dei i ravioli che possono essere cosi messi in frigo a +4°C o congelati a -20°C.

Impiattamento

Creare una coreografia con la crema di zucca, adagiarvi sopra i tortelli mezzaluna, i porcini e il perlage di tartufo. Finire con un po di germogli.

 

SCOPRI LE GRANDI OFFERTE SU
GLUTENFREEEXPERT.IT

PANINI AL SESAMO, ALLE OLIVE, NERO DI SEPPIA

Ingredienti:

 

 

 

Preparazione: 

Setacciate insieme la farina e il lievito, mescolateli e mettete tutto dentro la planetaria unite l’acqua, amalgamare il tutto e poi unire l’olio extravergine di oliva e il sale.

Impastate gli ingredienti a velocità media per almeno 5-6 minuti fino a quando avrete un composto liscio. A questo punto trasferite il vostro impasto su un piano infarinato e fatelo “puntare” per 30 minuti. Trascorso il tempo di lievitazione “spezzate” con l’aiuto di una spatola l’impasto (pezzatura) creando dei tranci di impasto delle dimensioni desiderate e appoggiarlo su teglie ricoperte di carta forno. 

Lasciare riposare per altri 30 minuti.

Dopo l’ultima lievitazione infornare in forno preriscaldato per 15-20 minuti 230°C.

Sfornare e lasciare riposare per 40 minuti su una griglia, prima di servire. 

Ingredienti:

PER UNO STAMPO DA 24 CM

  • Burro morbido 170 g
  • Zucchero a velo 170 g
  • Zucchero 40 g
  • Sale fino 2,5 g
  • Mix Dolci “Le Selezioni di Fabio” 170 g
  • Lievito in polvere per dolci 5 g
  • Baccello di vaniglia Bourbon ½
  • Tuorli 80 g (4 o 5 uova)
  • Uova intere 100/110 g (2 uova)
  • Scorza di limone ½
  • Scorza d’arancia ½

PER COSPARGERE LA TORTA

  • Zucchero a velo q.b.

 

Preparazione: 

Per preparare la torta paradiso iniziate setacciando la farina e lievito. Nela vasca della planetaria ponete il burro morbido a tocchetti, versate la polpa di mezza bacca di vaniglia e grattugiate mezza scorza di limone e mezza di arancio non trattati. 

Iniziate a lavorare con la frusta della planetaria il burro aromatizzato alla vaniglia, aggiungendo lo zucchero a velo. Quando il composto avrà assunto una consistenza soffice e ariosa, unite anche gli 80 g di tuorli, poi versate anche il sale e continuate a lavorare il composto con la frusta fino ad ottenere una consistenza morbida e cremosa. 

Tenete da parte e in un’altra vasca versate le due uova intere e aggiungete lo zucchero semolato; lavorate il tutto con le fruste elettriche e non appena questo composto di uova e zucchero sarà chiaro liscio e spumoso, potete unirlo a quello con burro, zucchero e tuorli, alternando con la versata delle polveri. Quindi versate poco composto di uova e zucchero, mescolate bene con una marisa. 

Poi unite una parte delle polveri e continuate  a mescolare. Proseguite ancora una volta con la parte liquida e terminate con le polveri fino a terminarli.

Prendete uno stampo di 24 cm di diametro e imburratelo, infarinatelo e versate l’impasto della torta paradiso. Cuocete la torta paradiso in forno statico preriscaldato a 175° per circa 45-50 minuti. Una volta pronta (fate sempre la prova dello stecchino), sfornatela e attendete circa 20 minuti prima di capovolgerla su un piatto da portata.

Sfilate lo stampo molto delicatamente e lasciate raffreddare completamente per circa 1 ora. Solo una volta fredda spolverizzate con zucchero a velo fino a creare uno strato omogeneo in superficie.

 

CONSERVAZIONE

Potete conservare la torta paradiso sotto una campana di vetro per un paio di giorni.

Si può congelare senza copertura di zucchero a velo.

 

PER UNA VERSIONE SENZA BURRO…

Potete sostituire il burro con l’olio di semi di girasole in questo modo: emulsionate gli 80 g di tuorli insieme all’olio (che dovrà essere metà rispetto alla dose di burro). Una volta ottenuta una sorta di maionese, aggiungete lo zucchero a velo setacciato nella dose indicata; poi incorporate il tutto alle uova già montate a parte con lo zucchero.

 

E SE VOLETE FARCIRLA…

Per uno stampo da 24 cm, come quello utilizzato da noi, saranno sufficienti circa 250 g di crema, magari una crema spalmabile o una crema al burro che ben si mantengono a temperatura ambiente.

 

SCOPRI LE GRANDI OFFERTE SU
GLUTENFREEEXPERT.IT

Ingredienti:

 

Preparazione: 

Setacciate insieme la farina e il lievito, mescolateli e mettete tutto dentro la planetaria unite l’acqua, amalgamare il tutto e poi unire l’olio extravergine di oliva e il sale

Impastate gli ingredienti a velocità media per almeno 5-6 minuti fino a quando avrete un composto liscio. Lavare i pomodori, dividerli in 4 e trasferirli in un recipiente; aggiungere le olive sciacquate e tagliate a listerelle e il basilico, lavato e tagliuzzato, e mescolare.

Continuare ad impastare lavorando in modo da incorporare tutto il liquido; poi aggiungere il composto di pomodori e olive e amalgamare con cura. Completare con l’olio e il sale e lavorare rapidamente.

Per preparare una pagnotta, fare una lievitazione diretta: dopo aver impastato il tutto, fare lievitare per 1 ora e 15 minuti, poi dividere l’impasto in 2 parti, modellarle a pagnotta e disporle su una teglia foderata con carta da forno. Cuocere nel forno caldo a 180-200 °C per 45-60 minuti.

Per preparare dei panini, fare una doppia lievitazione: terminato di impastare, lasciare riposare l’impasto per 1 ora, poi suddividerlo in parti da 150 g e fare lievitare per altri 30 minuti. Cuocere nel forno caldo a 180-200 °C per 25 -30 minuti.

 

SCOPRI LE GRANDI OFFERTE SU
GLUTENFREEEXPERT.IT

Ingredienti:

 

Preparazione:

Per prima cosa separate gli albumi dai tuorli e poi montate questi ultimi con lo zucchero insieme all’essenza all’arancia, alla buccia di un’arancia e di un limone grattugiato.
Quando saranno ben spumosi, aggiungete lo yogurt con l’olio di semi di girasole e mescolare per 1 minuto. Setacciare la farina insieme al lievito.

Di seguito, montare l’albume a neve, unire 1/3 di farina al primo composto, quindi 1/3 di albume. Mescolare il tutto con l’aiuto di un cucchiaio dal basso all’alto fino ad ottenere una consistenza omogenea e facendo attenzione a non smontare l’impasto. Ripetere fino a terminare il tutto.

Infine aggiungere le gocce di cioccolato, versare il composto nello stampo da 500 g, livellatelo con una spatola e disponete sopra le granelle di zucchero. Inserire in forno preriscaldato a 175°C per 40 minutii.

Prima di spegnere il forno, fate sempre la prova dello stecchino: se uscirà asciutto all’impasto, la colomba è cotta.

SCOPRI LE GRANDI OFFERTE SU
GLUTENFREEEXPERT.IT

Ingredienti:

 

Preparazione:

Setacciate insieme la farina, strutto e il lievito, mescolateli e mettete tutto dentro la planetaria unite il latte (meglio se tiepida), amalgamare il tutto e poi unire il sale. Impastate gli ingredienti a velocità media per almeno 5 minuti fino a quando avrete un composto liscio, elastico e che si stacca dalle pareti. A questo formate un panetto e fatelo lievitare per un’ora in una ciotola coperto da pellicola. Trascorso il tempo di lievitazione impastarlo ancora leggermente e poi stenderlo con il matterello sul piano di lavoro con uno spessore di circa mezzo centimetro o poco meno. Ritagliare alcune formine rotonde. Disporle in un vassoio e lasciarle lievitare, sempre coperte, per altri 30 minuti. A questo punto siamo pronti per la cottura. Munirsi dell’apposito strumento per le tigelle oppure potete cuocerle tranquillamente in un pentola antiaderente. Cuocere per circa 5 minuti per lato a fiamma media (induzione 1300W – 180°C) controllando il colore di tanto in tanto.

Le tigelle sono delle deliziose focaccine che si mangiano spesso dalle mie parti, e sono originarie di Modena (dove le chiamano crescentine). Se non le conoscete, si servono calde in tavola e si accompagnano con salumi, formaggi, lardo, verdure e salse a volontà!

SCOPRI LE GRANDI OFFERTE SU
GLUTENFREEEXPERT.IT

INGREDIENTI

Per il Pan di Spagna:

Per la crema:

  • Amido di Mais (Maizena) 30g
  • 3 tuorli
  • Zucchero semolato 80g
  • Latte 400ml
  • Panna Fresca 200ml
  • 1/2 baccello di Vaniglia
  • Zucchero a Velo 20g

Per la bagna:

  • Zucchero semolato 2 cucchiai
  • Rhum 2 cucchiai
  • Acqua 50ml

PREPARAZIONE

Per il Pan di Spagna, semplice e veloce: versare il contenuto del preparato nel recipiente ed aggiungere 315 g di uova (circa 6/7). Mescolare con un mixer ad alta velocità per 8/10 minuti. Versare il composto nello stampo precedentemente oliato o imburrato. Cuocere in forno preriscaldato a 165°C (se ventilato) o a 175°C (se statico) per circa 35/40 minuti.

Nel frattempo preparariamo la crema pasticcera:  con un coltello ben affilato incidete il baccello di vaniglia e mettetelo in una pentola abbastanza larga, versate il latte e portate quasi a ebollizione a fuoco basso.

Mettete in una ciotola lo zucchero e i tuorli, montateli con le fruste finché il composto risulta chiaro e lo zucchero si è ben sciolto; poi unite l’amido di mais e mescolate con una spatola piatta, in modo da non formare grumi.

Appena il latte sta per bollire, versate al centro della pentola il composto di uova, zucchero e amido, usando la spatola piatta per recuperarlo tutto dalla ciotola. Alzate la fiamma e aspettate che il latte bolla (schiumerà nella parte esterna) e inizi nella parte centrale a fare come degli sbuffi. Girate velocemente con la frusta a mano, la crema si addenserà immediatamente e dopo pochi secondi sarà già pronta e senza grumi. Versatela subito in un contenitore largo, appoggiate direttamente sulla superficie la pellicola alimentare e trasferite in congelatore. Quando si è appena intiepidita, togliete la vaniglia e passatela nel frigo. Riponete nel frigo anche le fruste elettriche e una ciotola sufficientemente grande per contenere la panna montata e lasciate raffreddare tutto per un’ora circa.

Intanto preparate la bagna: in un pentolino scaldalatte portate a bollore l’acqua insieme allo zucchero. Togliete dal fuoco, aggiungetevi il rum e lasciate raffreddare.

Trascorso il tempo indicato montate la panna con le fruste elettriche; quando sarà ben ferma aggiungete lo zucchero a velo, setacciandolo con un colino, e mescolate bene.

Tirate fuori la crema pasticcera dal frigo, aggiungetevi 2 cucchiai di panna e mescolate bene con una spatola. Unite il resto della panna poco alla volta e molto delicatamente, dal basso verso l’alto, sempre con la spatola: otterrete un composto morbido ma ben consistente.

Togliete il pan di Spagna dalla tortiera e tagliatelo in modo da ottenere 3 dischi. Riducete in briciole il disco centrale.

Irrorate la superficie del disco inferiore con la bagna, versatevi sopra 2/3 della crema e spalmatela bene. Quindi adagiatevi sopra l’altro disco di pan di Spagna, spalmate sia la superficie che i bordi della torta con la crema rimasta e ricopritela con le briciole, pigiando delicatamente con le mani in modo che aderiscano bene. Mettete la torta in frigo fino al momento di servire.

SCOPRI LE GRANDI OFFERTE SU
GLUTENFREEEXPERT.IT

Ingredienti:

  • MIX PER PANE E PIZZA “LE SELEZIONI DI FABIO” 850 gr
  • ACQUA 800 gr
  • FARINA GRANO SARACENO 50 gr
  • FARINA DI QUINOA 30 gr
  • FARINA DI AMARANTO 30 gr
  • FARINA DI MIGLIO 30 gr
  • SEMI LINO, ZUCCA E GIRASOLE 120 gr
  • OLIO EVO 30 gr
  • LIEVITO SECCO 10 gr
  • SALE FINO 20 gr

 

Preparazione:

Inserire nella campana della planetaria la farina, il grano saraceno e tutte le altre farine con il lievito e i semi misti, mescolateli e amalgamare il tutto aggiungendo l’acqua per poi unire l’olio extravergine di oliva e il sale.

Impastate gli ingredienti a velocità media per almeno 5-7 minuti fino a quando avrete un composto liscio. A questo punto trasferite il vostro impasto su un piano infarinato e fatelo lievitare per 30 minuti. Trascorso il tempo di lievitazione dividete l’impasto in parti da 500gr (per cassette da 10x25x7,5mm LxBxH), stenderlo a forma rettangolare e arrotolarlo o effettuare le pieghe a 3 richiudendo a libro e inserirlo nello stampo da pane in cassetta dopo aver bagnato la superficie e averlo passato più volte sopra ai semi misti per farli attaccare. Fate lievitare ancora 1 ora e mezza 2 ore. Cuocere il vostro pane in forno preriscaldato a 210°C per 10 minuti e poi a 180°C per 20 minuti. Sfornare e lasciare riposare per 40 minuti su una griglia, prima di servire.

 

Ingredienti:

Gli arancini di carnevale sono una ricetta tipica della cucina anconetana. Questa preparazione non ha nulla a che fare con gli arancini siciliani, questi dolci vengono preparati nelle Marche durante il Carnevale. Un impasto lievitato leggermente dolce è farcito con zucchero aromatizzato all’arancia, è proprio dall’utilizzo di questi agrumi che questo dolce prende il nome. La cottura in olio profondo permette allo zucchero di caramellare e alle zeste di arance di sprigionare tutto il loro aroma. Simili alle tagliatelle fritte della cucina emiliana, se ne differenziano per la presenza del lievito nell’impasto. Non mancano varianti che prevedono una cottura in forno per ottenere un prodotto più leggero. Servite gli arancini di Carnevale appena tiepidi decorandoli con codette di zucchero o lasciateli raffreddare e serviteli per la merenda.

Preparazione:
Versate in una ciotola per planetaria le farine e aggiungere il latte, l’acqua e il lievito. Avviare la planetaria con la frusta “K”. Aggiungete quindi lo zucchero, l’uovo e la bustina di vanillina.

Impastate bene e aggiungete anche il burro ammorbidito: riprendete ad impastare e proseguite fino a quando otterrete un impasto liscio ed omogeneo. Coprite quindi l’impasto con un canovaccio di cotone e lasciate riposare l’impasto per almeno 30 minuti.

Mentre l’impasto lievita preparate il ripieno degli arancini di Carnevale: grattugiate la buccia delle arance e unitele allo zucchero.

Quando l’impasto sarà lievitato stendetelo con un mattarello in modo che l’impasto sia spesso circa 5 millimetri e che abbia una forma rettangolare. Inumidite leggermente la pasta con un po’ di acqua e cospargetela con lo zucchero aromatizzato. Arrotolate l’impasto con delicatezza in modo da non far fuoriuscire il ripieno: formate un rotolo piuttosto stretto.

Con un coltello tagliate il rotolo a fette spesse un centimetro. Portate l’olio a temperatura, friggete pochi arancini per volta, pulendo spesso l’olio dallo zucchero se fuoriesce caramellando. Servite spolverizzando con codette colorate o zucchero a velo.

Ingredienti:
• 240gr Mix pane e pizza “Le selezioni di Fabio”
• 160gr Farina di riso “Le selezioni di Fabio”
• 4 uova
• 70gr burro morbido
• 60gr spumante
• 60 gr zucchero
• Vaniglia
• 1 gr xantana

Preparazione:
In una bowl inserire la farina setacciata, le uova, il burro morbido, lo zucchero e lo spumante ed impastare.
Tirare la sfoglia nella macchinetta (spessore 3) o a mano, ripassarla spesso. Dopo averla stesa bucarla con l’apposito utensile e tagliare con una rotella dentata. Quando l’olio è arrivato alla temperatura di 175°C friggere. Una volta raffreddate (non sovrapporre) ricoprirle con zucchero a velo.