Arancini di Carnevale senza glutine

Ingredienti:

Gli arancini di carnevale sono una ricetta tipica della cucina anconetana. Questa preparazione non ha nulla a che fare con gli arancini siciliani, questi dolci vengono preparati nelle Marche durante il Carnevale. Un impasto lievitato leggermente dolce è farcito con zucchero aromatizzato all’arancia, è proprio dall’utilizzo di questi agrumi che questo dolce prende il nome. La cottura in olio profondo permette allo zucchero di caramellare e alle zeste di arance di sprigionare tutto il loro aroma. Simili alle tagliatelle fritte della cucina emiliana, se ne differenziano per la presenza del lievito nell’impasto. Non mancano varianti che prevedono una cottura in forno per ottenere un prodotto più leggero. Servite gli arancini di Carnevale appena tiepidi decorandoli con codette di zucchero o lasciateli raffreddare e serviteli per la merenda.

Preparazione:
Versate in una ciotola per planetaria le farine e aggiungere il latte, l’acqua e il lievito. Avviare la planetaria con la frusta “K”. Aggiungete quindi lo zucchero, l’uovo e la bustina di vanillina.

Impastate bene e aggiungete anche il burro ammorbidito: riprendete ad impastare e proseguite fino a quando otterrete un impasto liscio ed omogeneo. Coprite quindi l’impasto con un canovaccio di cotone e lasciate riposare l’impasto per almeno 30 minuti.

Mentre l’impasto lievita preparate il ripieno degli arancini di Carnevale: grattugiate la buccia delle arance e unitele allo zucchero.

Quando l’impasto sarà lievitato stendetelo con un mattarello in modo che l’impasto sia spesso circa 5 millimetri e che abbia una forma rettangolare. Inumidite leggermente la pasta con un po’ di acqua e cospargetela con lo zucchero aromatizzato. Arrotolate l’impasto con delicatezza in modo da non far fuoriuscire il ripieno: formate un rotolo piuttosto stretto.

Con un coltello tagliate il rotolo a fette spesse un centimetro. Portate l’olio a temperatura, friggete pochi arancini per volta, pulendo spesso l’olio dallo zucchero se fuoriesce caramellando. Servite spolverizzando con codette colorate o zucchero a velo.

Print Friendly, PDF & Email